Il gatto, un animale domestico fiero e misterioso
Esperienze

IL GATTO CHE PRETENDE RISPETTO

TUTTE LE PAROLE CHE I NOSTRI AMICI PELOSI CI DICONO…

Riporto un interessante scambio di messaggi e di vocali avuto in chat con una cara amica, padrona di un bel gattone, di nome Blu, con cui ho sempre avuto un bel rapporto e… un ricco dialogo telepatico!
Mi scrive:

“Visto che conosci il ‘gattese’, puoi dirmi cosa mi vuole dire Blu? È tutta la mattina che mi parla insistentemente… continua a miagolare e mi guarda come se fossi scema perché non capisco.”

Il gatto di nome Blu
Le suggerisco di registrare un vocale in cui si senta quello che “dice” il gatto, e ricevo in risposta questo bel dialogo:

Lei (alzando la voce… il gatto è distante probabilmente qualche metro): “Blu!”

Lui: “Miao!”

Lei: “Vuoi dire qualcosa?”

Lui: “Miao!”

Lei: “Vuoi dire qualcosa a Nadia?”

Lui: “Miao!”

Lei (insistente): “Blu!”

Lui: “Miao!”

La conversazione prosegue con qualche ulteriore battuta a suon di “miao”. Infine:

Lei: “Saluta Nadia!”

Lui: “Miao!”

Mi metto dunque in contatto a distanza con l’animale e inizio a lavorarci. Poco più tardi, mando all’amica il responso. Le spiego:

“Blu è arrabbiato con te perché, tutte le volte che vai via, lo lasci da solo con tua mamma e lui ne soffre. Inoltre voleva farti capire che hai bisogno di essere riequilibrata…”

Passano ancora pochi minuti e giunge la risposta:

“Hai proprio ragione, non finisci mai di stupirmi… Ho dovuto effettivamente lasciarlo a mia mamma per alcuni giorni e ho poi scoperto che lei di notte lo chiudeva nel bagno… Ora gli ho parlato, mi sono scusata e gli ho detto che, la prossima volta, darò disposizioni perché venga accudito qui in casa mia.”

Mi chiede anche di praticare il lavoro di riequilibratura su di lei, operazione a cui mi dedico subito. Infine, a suggello di questa curiosa vicenda, ricevo un altro vocale con un nuovo dialogo in “gattese”.

Lei (sempre alzando la voce…): “Blu!”

(silenzio)

Lei: “Sei tranquillo adesso, Blu? Hai capito?”

Lui: (quasi sottovoce, a metà strada tra il distratto e l’annoiato): “Meowww…”

Lei: “Hai capito, sei più tranquillo?”

(silenzio)

Lei (insistente): “Blu!”

(silenzio)

Lei (insistente): “Blu, vuoi dire a Nadia che hai capito?”

(silenzio… la sequenza si ripete alcune volte, Blu rimane in silenzio o emette solo brevi e sommessi miagolii)

Lei: “Dai, almeno saluta Nadia!”

Lui (sonoramente): “Miao!”

Probabilmente, sorrideva sotto i baffi…

(Rif.: ESPIRA B020)